Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

accontentarsi

Vivo da sola

Sono stata di recente a cena da un’amica, felicemente sposata, una figlia in età d’asilo.
E ho fatto un balzo temporale, che mi ha portato tante riflessioni a cui ancora non vengo a capo…
La mia amica è brutta-brutta, sempre stata brutta. E non solo di viso (che pare un maialino), ma anche fisicamente, grassoccia e soprattutto fatta male, spalle piccole, seno piccolo, pancione enorme, sedere inesistente, gambe storte. Bassa. Principio di calvizie.
Insomma, io non sono una che giudica l’aspetto fisico delle persone, e se dico brutta-brutta un motivo ci sarà. Posso dilungarmi sul fatto che è buona, simpatica, intelligente, ma è ovvio che se è amica mia, minimo minimo una bella persona lo deve essere 😉
Tanti anni fa, un suo collega di lavoro, brutto-brutto, cuore grande-grande, buono-buono eccetera, si innamorò di lei. E vattele a spiegare, certe alchimie. Ma innamorato di brutto, intendo! Aveva iniziato a corteggiarla…

View original post 320 altre parole

Commenti su: "accontentarsi" (8)

  1. non credo si possa parlare di un accontentarsi, quanto piuttosto di un “vedersi con il cuore”…e soprattutto vedere in profondità, oltre la famigerata “maschera” a cui oggi diamo così, ed immeritatamente , tanto peso.

  2. Wow ma che onore, grazie! E adesso conosco anche questo tuo blog 🙂

    • @unanuovavita: benvenuta a bordo! 🙂

      Voci di corridoio mi hanno detto che questo blog è bellissimo. Devo dire che io lo conosco poco, perché durante le mie navigazioni, quando mi capita un post che cattura la mia attenzione, che m’intriga, piglio e rebloggo, senza rendermi conto poi particolarmente del risultato finale di questo blog.

      E un blog ben diverso da donnaemadre, perché nel mio racconto di me, mentre qui tutti ci sono fuorché io, e gli argomenti sono vari, e affrontati da vari punti di vista, anche diversi dai miei (ho pubblicato anche cose con cui non concordavo a 360°).

      E a te piace?

      • direi proprio di sì!! Lo trovo molto interessante. Utile anche per confrontarsi su tante opinioni anche e soprattutto differenti dalle proprie!

      • Sono stata recentemente a una cena, dove tra gli ospiti c’era un tizio che in passato avevano provato a presentarmi. Beh, certo, non è un bello che ti volti a guardare, ma neanche ha un aspetto sgradevole, diciamo che rientra nella normalità. A me non era piaciuto, oltre che per l’aspetto, per un tipo di comportamento – diciamo eccessivamente premuroso – che mi toglieva l’aria: ora non ricordo bene l’episodio, qualcosa del tipo che io ho detto “se avessi saputo che c’era questo piatto, l’avrei ordinato” e lui “Prendilo adesso” e io “no, ora non mi va più” e lui “ora chiamo il cameriere e te lo faccio portare” E io “no, ti ringrazio, dopo l’altro proprio non mi va, sono piena e neanche me lo gusterei!” e lui “Cameriere! Porti una porzione di questa pietanza alla signora!”, e io che avrei preso il piatto e glielo avrei messo per cappello, perché non mi va a casa mia significa non mi va, e alla mia età sono perfettamente in grado di ordinare o rifiutare!

        Insomma, questo tizio era lì con una tizietta, non bellissima, che dall’aspetto lasciata immaginare anche un’estrazione piuttosto semplice. L’amica comune che me lo aveva presentato mi dice che lui si rende benissimo conto che non è alla sua altezza, ma è affettuosa, piena d’ammirazione e devozione per lui, e lo rende felice. D’altra parte, prima di trovare questa ne aveva tentate tante, e non erano andate: o a lui non piaceva lei – è notorio che a un certo tipo d’uomo non piaccia la donna indipendente, quella con “grilli per la testa” e che si sa benissimo proteggere da sola – o alle varie lei non era piaciuto lui – pesante e pedante.

        Insomma, si sono trovati, si amano, sono felici! Diceva la mia nonna, “Ogni piletta ha il suo coperchio!” 😉

      • sìsìsì sono daccordissimo!! grazie per aver condiviso questi pensieri… ho un post da scrivere sempre sull’accontentarsi, che sto aspettando che venga fuori…

  3. Luisa ha detto:

    Anche secondo me si è follemente innamorata. E che se ne fa di un principe azzurro se ha già un uomo che l’ama e la fa felice?
    Quando ero piccola amavo leggere la fiaba “Enrichetto dal ciuffo”. Lui brutto come la fame e super intelligente, lei bella come il sole e tonta che più di così non poteva esserlo. Poi lei riceve dalle fate il dono dell’intelligenza e lo guarda con altri occhi e lo trova bellissimo. Io non capivo, pensavo che le fate l’avessero trasformato in un super bono, invece la trasformazione era avvenuta in lei 🙂

    • @Luisa: beh, l’idea che ho io del principe azzurro non è di un uomo bello, ma di uno bello per me, un uomo che mi ama e che voglia farmi felice, e che io non possa fare a meno di guardare con occhi innamorati.

      Bello il riferimento a Riccardin dal ciuffo, conoscevo la fiaba ma non mi sarebbe mai tornata in mente, e invece l’esempio è calzantissimo! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: