Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

IL FRANCOBOLLO INSEGNA 5

Questo francobollo passato, penso, del tutto inosservato dovrebbe dirci moltissimo.

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

È stato emesso nel 2011. Quindi quest’anno. Non so quanti l’hanno visto.

Si direbbe fatto in favore delle donne. In più è la tariffa per una lettera per l’estero. Mi chiedo se arriva a essere utile a qualche donna oppure no.

Ho letto questo articolo dell’amica Loretta:

http://lorettadalola.wordpress.com/2011/06/13/una-speranza-per-le-donne/

e ho pensato che, per le donne, in certe zone del globo, dev’essere veramente terribile.

Sono poi arrivato, per caso, a leggere questo articolo:

Da “AZIONE” del 6 giugno 2011

È allucinante dover prendere atto come in alcune parti del mondo, anche da parte di truppe USA, si abusi della vita di donne e donne bambine o adolescenti. È sconsolante dover considerare che i “Grandi” della Terra, del nostro pianeta, siano solo interessati al PIL e a farlo crescere. È ancor più allucinante dover sentire “di tutto” perché un pezzo grosso del FMI viene arrestato e imprigionato grazie a leggi “rigidissime” e in altro punto del globo, cittadini USA abusano e stuprano impunemente. Leggo nell’articolo:

Particolare dell’articolo menzionato

Il Presidente del Fondo Monetario Internazionale, perché gli piaceva la cameriera, è stato trattato come il peggiore degli assassini; quegli americani e quei britannici probabilmente, al loro ritorno a casa hanno ricevuto una medaglia.

Cosa c’è di giusto in tutto questo? Non voglio assolutamente difendere nessuno. Semplicemente inorridisco di fronte alle sofferenze di certe donne.

Ma non basta perché lo stupro, da parte dei cittadini USA non è uno “sfogo” recente. Leggo sempre sullo stesso articolo, che ipotizzo scritto in buona fede e, soprattutto veritiero:

Ancora dall’articolo menzionato

Ripeto, sia chiaro, non voglio difendere l’ex Presidente del Fondo monetario Internazionale; chiedo però:”Quanti di quei militari di Napoli sono stati condannati per lesioni personali? e quanti di quelli dell’Afghanistan hanno subito regolare processo?”

Forse l’ex Presidente dell’FMI pagherà per tutti?

Intanto gli stupri continuano e nessuno fa nulla di concreto.

È bello e meritevole decretare l’ANNO INTERNAZIONALE DELLA DONNA. Ma a vantaggio di chi? A vantaggio della donna nel mondo?

Da “AZIONE”

Questo è il titolo “a tutta pagina” di un articolo piuttosto sconcertante e, oserei dire, avvilente. Possono le “consuetudini” rendere l’uomo “maschio” così malvagio? L’articolo parla di 60 milioni nel mondo di spose bambine!.. non di qualche migliaio.

E poi ci sono le poverette che dopo la “necessità” della gravidanza non possono neppure vedere un medico e vengono lasciate morire.

da “AB WEB” Foto di Stephanie Sinclair – Premio UNICEF 2007 – Lui 40; Lei11

Questa foto è del 2007 o anteriore a quell’anno. Questo significa che il problema, per noi “spettatori”, non è di ieri. Esiste da molto tempo ma non riusciamo, o non vogliamo, proprio fare nulla.

Quelle donne e quelle bambine hanno urgente bisogno di aiuto!

Questa bimba fu mutilata? Dopo questo matrimonio quanto avrà dovuto soffrire?

Non mi è dato sapere e conoscere. Posso solo chiedermi:”Cosa significa per quella coppia la parola Amore?”.

Scrissi:http://quarchedundepegi.wordpress.com/2010/09/27/articoletto-19-2/

Mi sovviene che più di dieci anni fa una mia paziente, oggi anziana, che da bambina fu violentata mi chiese:”Cos’è l’amore? Cosa significa voler bene?”.                                     Per 60 milioni di donne è più facile amare o odiare?

Link al post originale.

Commenti su: "Lo stupro come arma di guerra e il fenomeno delle spose bambine (di Quarchedundepegi)" (4)

  1. Luisa G. ha detto:

    Sospetto sia più facile odiare. Di loro non frega niente a nessuno. Qualche anno fa, saltarono fuori gli abusi da parte di militari andati a proteggere la popolazione di Mogadiscio. Si commentava e uno disse che quei militari erano sottoposti ad uno stress altissimo, che erano andati li a rischiare la vita…non erano andati gratis, lo so, a volte sono costretti a partire anche se non vogliono, volontari per forza, ma devono proprio far pagare la loro frustrazione alle innocenti? Bestie in quell’occasione o solo bestie in trasferta? stress per stress, quelle ragazze oltre a vivere la guerra devono subire le vigliaccherie dei portatori di “pace”. bell’affare!

    • Gli abusi dei militari ci sono sempre stati, e mi ricordo quanto mi vergognai quando si ebbe notizia dei militari italiani in Kossovo che abusarono di quelle povere donne: bestie in quell’occasione o bestie in trasferta?

      La seconda che hai detto…

  2. Non posso non dire:”Dire “bestie” è offendere le bestie?”

    • Beh sì, non mi è giunta notizia di maschi stupratori tra le bestie, ma è pur vero che non sono particolarmente esperta in usi e costumi sessuali degli animali 😀

Rispondi a Diemme Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: